Il ritorno a Omwan (1954 – 1958)

Nel ‘54 Il dottor Maggi ritornò a Omwan, in piena foresta, dove era iniziata la sua avventura camerunese. Trasformò il piccolo nosocomio di 60 posti letto, fatto di capanne in fango e paglia, in un ospedale in muratura da 200 posti letto. Nei territori adiacenti l’ospedale creò una rete di 16 dispensari in cui operavano infermiere ed infermieri indigeni preparati da lui e capaci di svolgere in modo relativamente autonomo i loro compiti.
Formare giovani del luogo in campo sanitario e renderli autonomi nello svolgimento della loro attività sarà l’elemento distintivo della sua opera di medico al servizio delle popolazioni camerunesi più disagiate.

Torna a “Il Dr. Maggi”

Indietro a “Il suo primo ospedale – St. André”

Avanti a “Il terzo ospedale – Tokombéré”