Sabato 23 agosto – concerto in favore dell’Opera Umanitaria Dr. Giuseppe Maggi

Sabato 23 agosto alle ore 17.30 si terrà nella Chiesa parrocchiale di Sagno un concerto in favore dell’Opera Umanitaria Dr. Giuseppe Maggi.
La manifestazione musicale è promossa dalla Parrocchia di Sagno, dalla locale Società benefica e dai Cantori di Pregassona diretti dal maestro Luigi De Marchi.
maggi

14 Marzo Concerto a favore della Fondazione Dott. Maggi

concerto

NATALE A BREGANZONA – SABATO 7 DICEMBRE 2013

Mercatino Natalizio

Tenuta Montalbano di Stabio, sabato 7 settembre 2013

Il 25 luglio 1988, all’età di 78 anni, si spense a Mada il dottor Giuseppe Maggi. In quel giorno si chiuse il suo lungo viaggio di solidarietà in Africa. Risalendo il Camerun da sud a nord diede vita a sei ospedali, cinque dei quali ancora perfettamente funzionanti. L’ultimo, a metà degli anni ’70, fu quello di Mada nell’Estremo Nord del Camerun, nato in mezzo al nulla, a pochi chilometri dal lago Ciad, intorno all’unica ricchezza di un pozzo artesiano “in una di quelle pieghe del mondo in cui tutto ti aspetteresti fuorché di trovar vita e invece la vita si aggrappa, si avvinghia” come amava sottolinerare lo stesso Maggi.

L’Opera umanitaria che ne ha raccolto e sviluppato l’eredità, in occasione del venticinquesimo anniversario della scomparsa del medico di Caneggio, ha promosso, nel corso del 2013, alcune iniziative volte a riproporre la sua figura di pioniere della solidarietà ticinese nel mondo e ad analizzarne le motivazioni ideali.
Una delle più significative è stata svolta sabato 7 settembre: una serata di convivialità popolare alla Tenuta Montalbano di Stabio.

Alla manifestazione erano presenti due importanti dirigenti dell’Amministrazione statale camerunese, il direttore medico e l’amministratore dell’Ospedale di Mada.

Commemorazione 25° Dr. Maggi alla Biblioteca dei Frati di Lugano

Il 10 settembre scorso, alla Biblioteca salita dei Frati di Lugano, l’Opera umanitaria Dr. Maggi ha proposto un momento di riflessione sulle motivazioni ideali che furono alla base del quarantennale impegno di solidarietà del medico di Caneggio

Incontro alla FOSIT giovedì 24 ottobre

Angela Balliana, segretaria generale e membro del Comitato dell’Opera Umanitaria Dr. Maggi, parteciperà giovedì 24 ottobre 2013 (18.30 -20.30) a un incontro promosso dalla Fosit (Federazione delle Ong della Svizzera italiana) nella sua sede di Lugano. Oggetto della riunione: incontrare le Ong associate per conoscere l’evoluzione delle loro modalità di intervento e gli impegni che intendono assumere in futuro in relazione all’ampliamento dei parternariati con enti pubblici e privati.

Una festa popolare (7/9) e un convegno (10/9) per ricordare il Dottor Maggi

INVITO-FESTA-POPOLARE

Concerto solidale a Mesocco

E’ stato un successo il Concerto solidale di sabato 25 maggio svoltosi al Castello di Mesocco animato da una cantante ticinese di sicuro talento, Iris Moné, e da due validissimi gruppi musicali, i Mack Daddy’s e il Quartetto Artasia. Il ricavato del pomeriggio (1000 franchi) è stato interamente devoluto all’ Opera Umanitaria Dr. Giuseppe Maggi.

Il Liceo di Mendrisio incontra l’Opera Umanitaria Dottor Maggi

Nel 25° anniversario della scomparsa del dottor Maggi, le sue iniziative in Camerun e i successivi interventi dell’Opera Umanitaria sono al centro di una mostra fotografica allestita, al Liceo Cantonale di Mendrisio, da un gruppo di ragazze ( Giulia Beretta, Monica Bianchi, Valentina Rinaldi, Elisa Bossi, Laura Frigerio) dell’opzione complementare arti visive della classe terza guidate dalla professoressa e vice direttrice dell’istituto, Amanda Ostinelli. L’avvincente viaggio è costruito con le immagini fornite dall’Opera Umanitaria e dal prezioso materiale del Museo etnografico della valle di Muggio. Una manifestazione ( da martedì 7 maggio a venerdì 7 giugno) che offre a tutti gli studenti l’opportunità di conoscere la personalità e l’opera di un grande pioniere dell’aiuto allo sviluppo originario di Caneggio dunque del mendrisiotto; di incontrare un continente, l’Africa, dalle mille ricchezze ma anche dalle infinite povertà legate alle guerre, alle corruzioni politiche, alle malattie endemiche, alle carestie.
Tre incontri, sempre promossi dal Liceo, lungo il mese di apertura della mostra fotografica, faciliteranno il percorso di conoscenza del continente e del Camerun in particolare: martedì 22 maggio sarà la volta della Fosit, l’organizzazione che raggruppa gran parte delle onlus ticinesi. Vanessa Ghielmetti parlerà di aiuto allo sviluppo e di interventi umanitari; martedì 28 maggio tre medici dell’Opera Umanitaria ( Gianfranco Bolognini, Marita Crivelli, Giuseppe Mossi) illustreranno la situazione sanitaria nel Nord del Camerun e le principali urgenze mediche dell’Ospedale di Mada;venerdì 31 verrà infine proiettato il documentario TSI “L’eredità di Baba Maggi”, girato di recente a Mada dalla giornalista Claudia Iseli .

Un nuovo container per Mada

Un nuovo container di nove tonnellate carico di letti, barelle, materiale sanitario sofisticato, come sonde per ecografie e sonografi, materiale scolastico e addirittura un trattore partirà martedi 2 aprile da Breganzona per il Camerun diretto all’ospedale di Mada, nell’estremo nord del Paese. Nel container – il secondo nel giro di pochi mesi – anche materiale scolastico, perché dall’anno scorso la Fondazione si è infatti lanciata in una nuova sfida: la lotta all’analfabetismo.A Mada, sui terreni annessi all’ospedale, è nata anche una struttura scolastica: la scuola elementare dottor Maggi, bilingue, inglese e francese, destinata ai bambini dei collaboratori e a tutte quelle famiglie desiderose di dare ai loro figli le opportunità che la scuola pubblica purtroppo non offre, in una regione in cui l’analfabetismo supera il 70%.
Il container, caricato a Breganzona su un camion, con un autogru dalla ditta Vismara, si imbarcherà al porto di Genova per Duala per poi risalire via terra lungo tutto il Camerun con il suo carico di speranza.